Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

La Battaglia di Algeri non è ancora finita. Cent’anni di Gillo Pontecorvo e il problema coloniale

20 Novembre 2019, 17:30

La Fondazione Gramsci Emilia-Romagna in collaborazione con il DAMS – Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo e la Cineteca di Bologna invita, nell’anno del centenario della nascita del regista Gillo Pontecorvo, ad una giornata di riflessione a partire dalla pellicola Battaglia di Algeri sul tema del colonialismo in relazione al cinema, alla narrativa, al giornalismo, fino a trattare la situazione dell’Algeria oggi.

 

Introduce:

Giacomo Manzoli, Università di Bologna

Intervengono:

Riccardo Brizzi, Università di Bologna

Alessandra Coppola, Corriere della Sera

Damiano Garofalo, Università di Roma “La Sapienza”

Wu Ming 2, Scrittore

 

Dopo l’incontro alle ore 19.45 presso il Cinema Lumière – Sala Officinema/Mastroianni sarà proiettato LA BATTAGLIA DI ALGERI (Italia-Algeria, 1966) Regia: Gillo Pontecorvo (121′)

Introducono: Gian Luca Farinellli e Marco Pontecorvo

Si ricorderà Gillo Pontecorvo con la proiezione del suo film più celebre, realizzato a soli quattro anni dalla dichiarazione d’indipendenza dell’Algeria dopo un sanguinoso conflitto con l’esercito francese (e proprio in Francia il film fu vietato fino al 1971). Pontecorvo rievoca con realismo la nascita del Fronte di Liberazione Nazionale, gli attentati, la militarizzazione della città, le atrocità della guerra. Un film corale in cui rivivono le ragioni della rivoluzione anticolonialista, senza occultare il punto di vista francese. Leone d’Oro a Venezia.
Restaurato da Cineteca di Bologna e Istituto Luce – Cinecittà in collaborazione con Igor Videocine Produzioni, Casbah Entertainment, Surf Film e CultFilms

 

Per info e biglietti clicca qui

 

Dettagli

Data:
20 Novembre 2019
Ora:
17:30
Categorie Evento:
,

Luogo

Auditorium DAMSLab
Piazzetta Pier Paolo Pasolini 5/b
Bologna, Italia
Visualizza il sito del Luogo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra i commenti sul post