Il servizio civile e i tirocini forniscono un’occasione di reale formazione, attraverso l’esperienza concreta di supporto all’attività della  biblioteca e all’attività culturale che la Fondazione svolge.  La collaborazione con persone giovani ed esterne all’Istituto rappresenta un’importante possibilità di confronto: l’interazione tra competenze, generazioni e aspettative differenti è infatti un forte stimolo alla qualificazione complessiva dell’azione dell’istituto e al miglioramento delle dinamiche lavorative, in un contesto particolarmente esposto e sensibile al contesto occupazionale giovanile odierno.

La Fondazione partecipa dal 2003 ai bandi dell’Ufficio per il Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio. In questo arco di tempo sono state formate oltre 50 persone, 3 delle quali sono oggi assunte a tempo pieno in Fondazione, mentre altre hanno avuto collaborazioni a tempo determinato. I progetti di servizio civile forniscono un’occasione di reale formazione attraverso un’esperienza di supporto all’attività di reference in una biblioteca specializzata, a contatto con l’attività culturale che la Fondazione svolge.

Sempre dal 2003, una convenzione con l’Università di Bologna permette agli studenti di svolgere tirocini curriculari presso la Fondazione, solitamente  orientati ad una formazione sull’uso e il trattamento delle risorse informative e documentarie. È attiva inoltre  una convenzione con il Master di Comunicazione storica dell’Ateneo.

 

Per info e contatti:
Simona Granelli
granelli@iger.org

 


 

 

È stato prorogato il bando del Servizio civile!

 Il progetto della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna è

“ALLA FONDAZIONE GRAMSCI EMILIA-ROMAGNA PER LA CULTURA”

 

Scadenza per la presentazione delle domande: mercoledì 9 marzo 2022 alle ore 14.00.

Presenta la tua candidatura attraverso la piattaforma dedicata CLICCA QUI

 

E’ stato pubblicato il nuovo Bando del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale per la selezione di volontari da impiegare in servizio civile (https://www.politichegiovanili.gov.it/ ).

Il progetto della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna ALLA FONDAZIONE GRAMSCI EMILIA-ROMAGNA PER LA CULTURA è stato presentato tramite l’ARCI ed è stato accolto.

  • Si colloca nel settore ‘Patrimonio artistico e culturale’, per la promozione dello studio e della lettura, per la cura delle fonti documentarie e la gestione di biblioteche e centri di documentazione
  • 4 volontari previsti
  • Periodo di realizzazione: dalla primavera 2022
  • Sede: Fondazione Gramsci Emilia-Romagna Onlus, Via Mentana 2, 40126 BOLOGNA

 

 

ALLA FONDAZIONE GRAMSCI EMILIA-ROMAGNA PER LA CULTURA mira a produrre una migliore conoscenza e maggiore fruibilità del patrimonio librario e documentario della Biblioteca e dell’Archivio della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, incidendo sulla qualità dell’informazione e della conoscenza del patrimonio e sulla crescita quantitativa delle risorse consultabili. 

I volontari in servizio civile saranno coinvolti nella qualificazione dei servizi offerti e di salvaguardia e trattamento del patrimonio bibliografico e documentario della Fondazione. Si lavorerà per la cura della raccolta libraria e periodica, la tutela dell’archivio e delle raccolte documentarie, per migliorare la comunicazione verso l’esterno relativa ai beni culturali fruibili e collaborando all’attività di promozione culturale della Fondazione.

 

 

QUI LASCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO
Questa breve sintesi del progetto ha il solo scopo di facilitare la scelta: NON SOSTITUISCE LA LETTURA DEL TESTO INTEGRALE DEL PROGETTO, REQUISITO FONDAMENTALE PER PRESENTARE LA DOMANDA

 

LEGGI IL TESTO COMPLETO DEL NOSTRO PROGETTO

 

CLICCA QUI PER PRESENTARE LA DOMANDA

 

QUI PUOI CHIEDERE INFO

 

 

TUTTO QUELLO CHE BISOGNA SAPERE: 

  • Scadenza: entro e non oltre le ore 14.00 di mercoledì 9 marzo 2022.
  • Durata: 12 mesi
  • Quanti volontari: 4
  • Occorre: 1) avere tra i 18 e i 28 anni compiuti (28+364 giorni); 2) essere cittadino italiano o cittadino di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea ovvero di un Paese extra Unione Europea regolarmente soggiornante in Italia; 3) non aver riportato condanna in Italia o all’estero, anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata.
  • Impegno: in media 25 ore settimanali oppure un monte ore di 1.145 ore per 12 mesi
  • Compenso da parte dello Stato: assegno mensile di € 444,30
  • Periodo di impiego in servizio: 2022/2023
  • La data di avvio in servizio dei volontari è diversa per ciascun progetto; viene stabilita, infatti, tenendo conto di alcune variabili (termine procedure di selezione, compilazione e l’esame delle graduatorie, esigenze specifiche del progetto) ed è pubblicata sul sito del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale.
  • Il calendario di convocazione al colloquio di selezione è pubblicato sul sito dell’Ente che realizza il progetto almeno 10 giorni prima del loro inizio. I colloqui di selezione potranno essere realizzati dalle Commissioni anche in modalità on-line, in considerazione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 tuttora in corso, laddove non ci fossero le condizioni per svolgere le prove in presenza.
  • Si può svolgere il Servizio civile una sola volta e ad ogni bando è possibile presentare 1 sola domanda per un unico progetto di servizio civile, pena l’esclusione.

 

Per facilitare la partecipazione, per avvicinarsi al mondo del servizio civile e capire cos’è e cosa comporta, consigliamo il sito dedicato  utile per meglio orientarsi e aiutare a compiere la scelta migliore.

 

 

 


 

Nel bilancio sociale 2019 della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna è presente un’indagine su coloro che hanno svolto il servizio civile presso la Fondazione dal 2003 ad oggi, all’interno del capitolo riguardante la formazione.