Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Storia e memoria | Babij Jar: testi, immagini, luoghi come atti di memoria

5 Maggio 2022, 17:00 - 19:00

La Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, l’Istituto Parri e il Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto, in collaborazione con la Cineteca di Bologna e con il Patrocinio del Comune di Bologna e del Quartiere Santo Stefano presentano il ciclo di 4 incontri STORIA e MEMORIA con la responsabilità scientifica di Paolo Capuzzo.

Produzione storiografica ed elaborazione della memoria collettiva hanno specifici rapporti con il passato e rispondono a criteri di costruzione, principi, e condizionamenti sociali e politici differenti. Se la memoria pubblica è incardinata in un’immagine del passato definita da politiche culturali ed educative, ritualità collettive, espressioni monumentali e spesso dipende dalla rappresentazione del passato prodotta dall’industria culturale e dai media sociali, la ricerca storica, invece, è promossa nel quadro di istituzioni, pubbliche e private, e si regola sulla base di metodologie e protocolli che ne legittimano lo statuto.

Questa serie di incontri intende illustrare come si sia determinato il rapporto tra ricerca storica e memoria pubblica sulla base dell’analisi di alcuni casi specifici: una serie di eventi luttuosi avvenuti nel corso del Novecento in contesti geografici e storico-politici molto lontani tra loro. I relatori ci aiuteranno a ricostruire la storia della ricerca storica su tali eventi, mostrando i passaggi conoscitivi, l’uso delle fonti e l’accesso agli archivi, il grado di libertà di cui la ricerca ha potuto godere. Vi si affiancherà una riflessione sulla memoria pubblica per comprendere come abbia risposto a condizionamenti politici, sensibilità sociali, conflitti.

Questa serie di incontri si conclude con la presentazione di un documentario sulla storia di Memorial, la più importante ONG russa che ha lavorato per più di trent’anni per la tutela della memoria delle repressioni di massa staliniane e per la difesa dei diritti umani in Russia. Un tribunale della Federazione Russa ne ha recentemente ordinato la liquidazione.

 

Tutti gli eventi saranno registrati e resi disponibili nei giorni successivi sul canale Youtube della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna

 

Giovedì 5 maggio 2022 – ore 17.00 Sala degli Anziani di Palazzo d’Accursio (Piazza Maggiore 6, Bologna)

Antonella Salomoni | Università di Bologna

Babij Jar: testi, immagini, luoghi come atti di memoria

 

 

Nella profonda e larga gola situata in prossimità di Kiev, nota come Babij Jar, fra il 29 e il 30 settembre 1941 le truppe tedesche sterminarono, a colpi d’arma da fuoco, 33.771 ebrei. Si tratta del più grave eccidio commesso durante il secondo conflitto mondiale. Durante e dopo la guerra il territorio fu modificato, ridisegnato o riconvertito con l’obiettivo di rimuovere i segni fisici del genocidio. Di fronte alla volontà di cancellazione del luogo, oggi pressoché definitiva, un ruolo centrale nel processo di trasmissione dei fatti storici, già a partire dalla fine degli anni quaranta, lo ebbero le arti. Prosa e poesia, musica, architettura e pittura hanno dato forma a una sorta di testo collettivo grazie al quale l’evento ha potuto conservarsi nonostante censure del ricordo e profanazioni dello spazio del massacro.

 

Qui il calendario completo

 

 

Dettagli

Data:
5 Maggio 2022
Ora:
17:00 - 19:00
Categoria Evento:

Luogo

Sala Anziani Palazzo D’Accursio
Piazza Maggiore 6
Bologna,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra i commenti sul post