MaterialiVoci del verbo insegnare

Aprile 2016 Nascite

La piccola e’ nata ( vedi sogliola ottobre 2015), sta bene, foto sui telefonini, feste coi compagni, poi per noi comincia l’attesa: la mamma studentessa ce la farà a tornare a scuola, a finire l’anno, ad andare in quinta?

Ce la farà a lasciare la bambina, ad uscire di casa per partecipare alle lezioni, che per lei forse sono giochi ormai “da piccoli”?

Poi torna, sorride e sembra ancora una dei nostri..

A volte la bambina non dorme e allora ha gli occhi più stanchi… mentre gli altri hanno gli occhi stanchi per il computer, per il film scaricato visto a letto…

Prepariamo il meeting Erasmus+ in Polonia, i ragazzi si parlano su Etwinning, tema della discussione il corpo come comunicazione, i segni che porta, i divieti.

I ragazzi polacchi sono curiosi, chiedono ai nostri dei tatuaggi, dei piercing… nella loro scuola è tutto vietato, non sono ammesse neanche le tinture dei capelli, ogni trasgressione è punita con punti in meno in una sorta di “patente” e dicono: “benvenuti nella nostra prigione”.

Il lavoro sulla rivoluzione industriale non è mai venuto bene come quest’anno… i ragazzi sono coinvolti, il tema del lavoro, dello sfruttamento, delle crisi economiche, delle materie prime, della globalizzazione li riguarda davvero, fanno collegamenti con la contemporaneità, capiscono per la prima volta alcuni termini della cronaca.

Scarichiamo articoli su Port Talbot e la lotta degli operai gallesi contro la Tata Steel che li ha comprati e ora li dismette… contro l’acciaio a basso costo della Cina stanno facendo la fine dei dinosauri e ancora non lo sanno… in classe riflettono e si appassionano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra i commenti sul post