LICEO CLASSICO “VIRGILIO”, piazzale degli Studi,  Mantova, ingresso libero

Mercoledì 7 settembre, dalle 16.00 alle 20.00, giovedì 8 settembre, venerdì 9 settembre, sabato 10 settembre,   dalle 10.00 alle 20.00 ; domenica 11 settembre dalle 10 alle 18.
QUADERNI DI SCUOLA Centocinquant’anni di storia italiana letta attraverso i componimenti degli scolari


La storia del nostro paese che si legge sui libri di scuola non è come quella che si legge sui quaderni. Le pagine dei quaderni compilati dagli scolari dall’Unità ad oggi ci restituiscono un’Italia in un processo di costante formazione: da una parte le istituzioni, che attraverso la scuola cercano di trasmettere e aggiornare saperi, valori e modelli sociali; dall’altra i bambini che frequentano le migliaia di scuole elementari italiane da nord a sud, portatori di culture e bisogni che mutano nel corso degli anni e che non sempre si conciliano con quello che la scuola propone.

In questa interazione complessa e feconda tra maestri e scolari, i quaderni ci permettono di
leggere i mutamenti, le tragedie, i sogni che hanno segnato il nostro paese.
Così, a scuola, è cresciuta e continua a crescere la nostra comunità nazionale.
Nello spazio dei Quaderni di scuola sarà possibile sfogliare alcuni quaderni virtuali realizzati attraverso una selezione dei quaderni conservati presso i principali fondi documentari di quaderni scolastici italiani.

Ogni quaderno virtuale raccoglie una serie di componimenti, in ordine cronologico, su un
tema chiave della storia italiana: la nazione, la famiglia, il lavoro, il territorio, il costume, l’immaginario, la religione.


LA RACCOLTA DEI QUADERNI DI SCUOLA
Partecipa con i tuoi quaderni alla costruzione di una memoria collettiva!
Con il progetto Quaderni di scuola Festivaletteratura ha voluto provare a rileggere la storia italiana degli ultimi centocinquant’anni attraverso una fonte scritta normalmente trascurata dalla storiografia.

Tutti abbiamo scritto quaderni di scuola.

I quaderni, presi nel loro insieme, possono essere letti come un grande libro (forse
l’unico) veramente collettivo, al quale ogni bambina e ogni bambino – proveniente dal nord o dal sud, dalla città o dalla campagna, dai ceti abbienti o da quelli popolari – ha aggiunto del suo.
I componimenti utilizzati per realizzare i quaderni tematici in consultazione nello spazio del Liceo Classico provengono dagli archivi di istituti e università italiane che hanno specifi ci fondi dedicati
alla scuola. Si tratta nel complesso di alcune migliaia di quaderni:
pochi, se consideriamo quanti milioni di italiani sono passati sui banchi di scuola dall’unità ad oggi.
Festivaletteratura lancia una campagna straordinaria di raccolta di quaderni
per aiutare a consolidare questo prezioso patrimonio.
Sempre al Liceo Classico, durante i giorni del festival, sarà possibile portare i propri quaderni scolastici o quelli compilati in epoche diverse dai vari membri della propria famiglia, contribuendo così a trasformare i propri ricordi privati e familiari in memoria collettiva
e a consentire agli studiosi di lavorare su questi materiali. Molto spesso i quaderni vengono abbandonati in soffi tta o immediatamente mandati al macero: in questo modo potranno invece restare vivi e diventare una preziosa fonte di ricerca storica.
I quaderni raccolti al Festival saranno depositati presso il Museo della scuola «Paolo e Ornella Ricca» dell’Università degli Studi di Macerata, all’interno di un fondo dedicato alla memoria di Davide Montino, appassionato studioso delle scritture infantili scolastiche e recentemente scomparso.


Il programma completo  è scaricabile dal sito www.festivaletteratura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra i commenti sul post