LA DIVISA E LO ZUCCHERO FILATO

La riproposizione del grembiule a scuola ha attirato, mi sembra più di qualsiasi altro provvedimento messo in campo dal ministro dell’istruzione, l’attenzione: sui giornali è stato tutto un fiorire di pareri, di analisi a favore e contro, di sondaggi.

Continua

SUSSURRI DEL NUOVO ANNO

Il nuovo anno scolastico si apre all’insegna di provvedimenti presi o annunciati, di propositi di riforma nel novero dei si dice, si sussurra. Ahimè, mi verrebbe da dire, perché il ministro dell’istruzione ha deciso di occuparsi della scuola? Meglio sarebbe stato se avesse optato per una pausa di riflessione, magari quinquennale. Purtroppo questa è la…

Continua

Resistenza e libri

Lunedì 8 settembre a Porta San Paolo, davanti al Capo dello Stato, il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha detto: “Altri militari in divisa, come quelli della Nembo dell’esercito della Repubblica sociale italiana, /soggettivamente e dal loro punto di vista/, combatterono credendo nella difesa della patria, opponendosi nei mesi successivi allo sbarco degli anglo-…

Continua

L’inno e i prodigi del serpente che si morde la coda

Consola la mobilitazione multicolore in difesa dell’inno nazionale e la sua tempestiva distribuzione alle scuole, consolano il tempo e lo spazio ad entrambi dedicati: ne avremo gran giovamento noi professori meridionali (da aosta a trapani). Forse allevierà la depressione – socialmente fastidiosa – che ci assale quando insieme ai nostri studenti ragioniamo sulla conoscenza con l’ausilio di tavolette…

Continua

Spaesamenti

Alcune sere fa ascoltavo delle  interviste realizzate con alcuni abitanti di una periferia qualunque in una città qualsiasi ( credo che le stesse affermazioni si sarebbero potute registrare in qualsiasi altro luogo d’Italia). Dalle loro parole emergeva un’ accorata denuncia: il loro quartiere, le strade frequentate quotidianamente, il palazzo in cui abitavano non erano più…

Continua

Prova d’esame

Per la prima volta, quest’anno, nell’esame conclusivo del primo ciclo d’istruzione, sarà inserita una prova nazionale, elaborata dall’INVALSI, che riguarderà italiano e matematica ad integrazione delle prove scritte, preparate dalle singole Commissioni, previste per tali discipline. Nessun giudizio è possibile in questa fase, solo alcune domande.

Continua

Solitudini e non

“CARO MICHELE, si è fatto un gran parlare, in questi giorni, dell’ultimo libro di Daniel Pennac, Diario di scuola. A quel che si dice, una ‹‹riabilitazione dei somari››. Lo stesso Pennac parla, in un’intervista, della ‹‹solitudine dello studente che non capisce ››. Io amo Pennac, la sua prosa, i suoi personaggi stralunati ma così vivi…

Continua

Fritz il ghiottone

Che bravo era Fritz: generoso, studiare per lui era un gioco; purtroppo era molto goloso, tanto, troppo, mica poco! Predare fragole e lamponi lui l’aveva come principio e saliva per due torroni, sul tetto del municipio. […] Prendere un ciliegio o un susino gli pareva fosse permesso: alla sua gola, poverino!, era proprio sottomesso.

Continua

Piccole librerie… e grandi periferie

piccole librerie… A Bologna stanno, via via, chiudendo le librerie di piccole e medie dimensioni. Provo una sensazione di desolazione, che non si attenua di fronte alla ragionevole affermazione che queste sono le leggi che impone il mercato. Solo le megastrutture sono destinate a restare, sempre più librerie come grandi magazzini, non luoghi, come dice…

Continua

Un clic

Di recente, filmati ed immagini, frutto di improvvisati operatori adolescenti, hanno suscitato allarme e sdegno. Una macchinetta e un semplice clic con il dito di una mano sono sufficienti a catturare scene dal contenuto odioso  che,  in modo altrettanto facile e rapido, vengono riversate su internet e si offrono a sguardi di curiosità morbosa .…

Continua

Onde sull’ orizzonte

Salgo con la macchina verso l’Amiata. In un tratto disabitato un vecchio corre all’impazzata per la discesa sotto la pioggia. Proprio mentre sta oltrepassando la mia macchina cade a terra sulla strada. Mi fermo, lo aiuto a risollevarsi: la faccia coperta di sangue, pronuncia frasi sconnesse. Poco dopo sopraggiunge una macchina che si ferma accanto…

Continua

La chiacchiera e il silenzio

“la Repubblica”, 6 novembre 2007, tre articoli occupano un’intera pagina: “Marocchino picchiato davanti a scuola – Roma, 4 compagni lo colpiscono con calci e colpi di catena. Ha 14 anni”; “Ischia, ragazzo suicida 3 indagati per bullismo”; “Raid degli studenti allagato un liceo”. Leggo con irritato fastidio. Siamo all’ennesima segnalazione di episodi affastellati in un…

Continua

La scuola: noticine sparse

Noticina n. 1 “Come cambia la disciplina a scuola. Si comincia a 5 anni e in terza media si studia solo il ´900”. Questo è il titolo di un articolo letto su “La Repubblica”, sull’insegnamento della storia così come è stato strutturato nelle “Indicazioni per il curricolo” presentate dal Ministero della Pubblica Istruzio-ne a settembre.…

Continua

La necessità dell’espressione

Una pagina saggistica di Anna Maria Ortese, nella quale la scrittrice riflette sul bisogno del bambino di ottenere i mezzi per esprimersi. Da leggere mentre davanti a noi dei bambini fanno castelli di sabbia? All’adulto, e ai popoli molto colti, tutto il mondo è il mondo dell’ovvio, del luogo comune. L’uomo, perciò, applica i suoi…

Continua