Scuole private

La scuola nei romanzi: compare spesso, ultimamente. Questo di Michele Lupo, insegnante,  intitolato “L’onda sulla pellicola” è uscito nel 2002 per…. Particolare interessante, parla delle scuole private, piaga molto diffusa nel territorio nazionale. Private  e deprivate, per fare facile ironia. Tutti i giovani laureati o abilitati o abilitandi  (in attesa di…), che per guadagnare qualcosa…

Continua

Non si può più essere barbari una volta che si apra Virgilio o che ci si ponga a studiare l’algebra?

Ernesto Galli della Loggia, in un articolo: “Scuola Così la democrazia diventa catechismo”, pubblicato sul Corriere della Sera (8 novembre 2009) , si scaglia letteralmente contro l’insegnamento della Costituzione, previsto da quest’anno in tutti gli ordini di scuola, in quanto non pensato in termini di conoscenza di un contenuto storicamente determinato, ma come  percorso educativo…

Continua

Alla faccia della formazione

“Care amiche e amici di Voci del verbo insegnare, aprite la pagina di Repubblica. Ci racconta che è successo quello che non potevamo non aspettarci: si lascia la scuola, bisogna andare a lavorare perché in casa è entrata la crisi. Quanti casi ci sono come questo? Cosa succede con le iscrizioni all’università? E le ragazze…

Continua

Ripristinare il rigore, tutto qui il problema?

“Se uno studente proveniente da un ambiente “protetto” viene promosso senza avere una reale preparazione, la famiglia lo metterà comunque in grado di accedere ad una decorosa posizione nel mondo del lavoro. Se invece uno studente proveniente da una famiglia svantaggiata esce con una scarsa preparazione troverà sicuramente molti problemi ad inserirsi nel mercato del…

Continua

Per non dimenticare Claude Lévi-Strauss

Quali ragioni vi possono essere, per noi che non siamo studiosi di antropologia o di altre discipline, per non dimenticare Claude Lévi-Strauss, morto nel mese di novembre? In verità è bene per tutti che continui a proporci verità scomode, a costringerci, quasi, a prendere coscienza di ciò che non vogliamo sapere o cerchiamo di dimenticare.

Continua

FRANCISKA E LE TROTE DI ZURIGO

Franciska è tornata fra noi per raccontarci un’altra storia. La nuvola Franciska aveva conosciuto due trote. Era successo per caso, quando la nostra protagonista stava attraversando il cielo di Zurigo. Le aveva avvistate all’interno dell’impianto di potabilizzazione della città svizzera, e la loro presenza le era apparsa incredibilmente anacronistica, tenuto conto del livello tecnologico della…

Continua

le scuole di bagheria (frammenti)

All’inizio, un bambino che corre per strada a grande velocità, spinto dalla sfida di un adulto; corre, corre e poi vola, sorridente. Alla fine, ancora un bambino che va nella stessa strada, in senso contrario, per incrociare poi il primo, in modo confuso e gioioso. Questa è la cornice di un film girato come di…

Continua

Oh, mamma mia, un altro rapporto Ocse sulla scuola!

Un articolo su “la Repubblica” (1), che riporta alcuni indicatori del rapporto“Education at a Glance 2009” relativi alla situazione della scuola italiana, già nel sottotitolo evidenzia la sua condizione disastrosa. La prima reazione è uno sbuffo annoiato: “Sai la novità!”

Continua

Un dilemma

La situazione della scuola e di chi vi opera è, in questi tempi, un tema ricorrente sulle pagine dei giornali e l’impressione è quella di una progressiva erosione. Sempre più spesso mi raffiguro la scuola come una malinconica balena che va alla deriva e verso una lenta estinzione, senza più strumenti per ritornare in mare…

Continua

Itaca

Ultimo numero, prima della pausa estiva, allora perché non chiudere con un dono? Un dono offerto a tutti gli adolescenti, proprio a tutti, anche a quelli che sognano di diventare veline, letterine, di partecipare ad un reality o di raggiungere altri consimili traguardi. Inesistente la sua consistenza economica ed in questo si ritiene consista il…

Continua

Alessia

“Alessia ha tredici mesi. È tonda, soda, colorita, provvista di due gambe corte e solidissime; ha gli occhi azzurri vivaci e mobilissimi ed è quasi pelata. Frequenta un nido da quando aveva pochi mesi e arriva ogni mattina felice, strappandosi di dosso il cappotto per la frenetica voglia di entrare. È traboccante di energie e…

Continua

Un libro per l’Aquila

Raccolta presso le librerie Coop Un libro per i cittadini dell’Aquila. Un libro per ritessere trame I terremoti sono una voragine, una frattura, una cesura fra il prima e il dopo. I terremoti squarciano la terra, crepano i muri, sbrindellano i tetti, cancellano vite. Interrompono storie, emozioni, progetti. Scalfiscono la narrazione di esistenze che possono…

Continua

L’(in)efficienza Fare e disfare

Tra i numerosi cambiamenti apparecchiati con solerzia dal governo vi era anche quello che, da quest’anno, per essere ammessi all’esame di terza media occorreva avere raggiunto la sufficienza in tutte le discipline compresa la condotta. Sembrava così, ma, poi vi stata una rettifica: il consiglio di classe, a maggioranza, può decidere l’ammissione all’esame anche in…

Continua

PARTIGIANI DELLA SCUOLA PUBBLICA: STORIE DI MAESTRI E RESISTENZE

A cura di Elisa Dorso e Francesca Ciampi Il 21 aprile in Auditorium Enzo Biagi di Sala Borsa  si è tenuta, a cura dell’ANPI,  una lettura- racconto, con intermezzo musicale. Un modo per celebrare l’anniversario della liberazione di Bologna guardando a quella resistenza che si è condotta sui banchi di scuola. E che, sembra di…

Continua

La scuola – Babele?

Veramente il titolo dell’articolo di Enrico Franceschini (1) manca del punto interrogativo, per me, invece, necessario perché, in questo caso, la pluralità delle lingue non porta alla dispersione, all’impossibilità di stare assieme, anzi è alla base della costruzione di uno spazio di condivisione. Questo luogo è una scuola: la Woodside High Shool di Tottenham, un…

Continua