Studiare e insegnare la Shoah – Seminario aperto per insegnanti

The International School for Holocaust Studies Share on facebookShare on twitterShare on pinterest_shareMore Sharing Services   Studiare e insegnare la ShoahSeminario aperto per insegnanti Italiani e della Repubblica di San Marino 21-28 agosto 2015 La Scuola Internazionale di Studi sulla Shoah presso lo Yad Vashem, Gerusalemme, (ISHS), sta organizzando un seminario per insegnanti Italiani. Seminario…

Continua

Un’altra scuola. Diario verosimile di un anno scolastico

Tratto da: Laletteraturaenoi.it  Il 6 maggio uscirà, nella collana Carta Bianca di Ediesse diretta da Angelo Ferracuti e con la prefazione di Eraldo Affinati, Un’altra scuola. Diario verosimile di un anno scolastico. L’autore è Giovanni Accardo, che insegna nel liceo «Giovanni Pascoli» di Bolzano. È un libro di confine, come può essere il diario scolastico…

Continua

Gli sguardi della Liberazione

“Bologna ha il monumento ai caduti più straordinario che ci sia. Orribile ma perfetto […] È un muro […] e il nome di ogni morto è illustrato dalla sua fotografia, la fotografia fornita dalla sua famiglia”. Così Jean Giono, nel suo Voyage in Italie, descrive il sacrario dei partigiani che i bolognesi crearono spontaneamente a…

Continua

Scuola maestra al Salone del libro di Torino

Salone del libro 2015Bookstock VillageLa Scuola MaestraGiovedì 14 maggioOre 13Arena BookstockScuola Maestra. La buona lettura!Racconti di studenti, insegnanti, autori, editori, a sostegno delle biblioteche scolastiche e della lettura a scuolaa cura di Salone del libroCoordina: Fabio GedaLe biblioteche scolastiche come centro dell’educazione alla lettura. Una riflessione promossa da Torinoretelibri attraverso una petizione che chiede la…

Continua

Cambiare la scuola dall’interno

(Da Internazionale.it)  Che cosa facciamo noi insegnanti mentre aspettiamo che i politici ci diano ragione sul fatto che scuole ormai ottocentesche sono inadeguate al ventunesimo secolo e che dovremmo incoraggiare la creatività e non la competizione tra gli studenti? Cambiamo il sistema dall’interno. Prima lavoriamo su noi stessi per trovare il coraggio di abbandonare il…

Continua

La scuola capovolta

Articolo tratto da www.fuoriregistro.it   Venerdì 13 marzo è  stata ufficializzata la nascita a Bologna del CDS’70, Centro di documentazione sulla Scuola negli anni Settanta.Nella scuola di oggi tante sono le radici che affondano in quella stagione di grandi trasformazioni. Molte delle testimonianze di quel periodo si vanno smarrendo.Il CDS’70 vuole raccoglierle e conservarle per…

Continua

Quello strano erotismo del sapere che lega il maestro all’allievo

da la Repubblica, 02/09/2014     Tra ricordi, spunti, riflessioni e analisi, il nuovo libro di Massimo Recalcati affronta da una prospettiva originale il “mistero” dell’insegnamento. Da Platone ai nostri giorni. «Allora è giusto quello che ho sentito dire di te», gli disse una volta un vecchio professore di filosofia al termine di una conferenza.…

Continua

Radio, 90 anni fa la prima trasmissione in Italia

(Tratto da ” Il fatto quotidiano”) 90 anni fa, da Radio Roma, fu diffusa la prima trasmissione radiofonica: un concerto, per pochi intimi, di musica classica. L’auditorio era in via Maria Cristina, nel quartiere Parioli. InItalia, all’inizio degli anni Venti, un antesignano è stato l’Araldo telefonico, un piccolo servizio che, tramite il telefono, divulgava notizie economiche…

Continua

Lettera molto seria di una insegnante al Ministro Profumo

(Da L’espresso blog, http://nonvolevofarelaprof.blogautore.espresso.repubblica.it/ ) Egregio Signor Ministro, ho letto come tutti la sua proposta di aumentare dall’anno prossimo a noi professori l’orario a 24 ore di docenza in classe. Gratis, naturalmente, nel senso che queste ore in più non saranno seguite da alcun aumento di stipendio. Ce lo chiede l’Europa, dice lei, per adeguarci…

Continua

Primi a scuola ultimi nella vita

Da Internazionale, Opinioni A stare a Google, “primi a scuola ultimi nella vita” bisogna proprio suggerirlo all’editore Laterza che il 18 settembre ha presentato la nuova collana Idòla (con accento sulla o, ha spiegato dottamente Luciano Canfora, ma la spiegazione è incompleta e si può dir bene anche ìdola). I due luoghi comuni sbeffeggiati dai primi…

Continua

Il numero centosessantatré

DA: http://pubblicogiornale.it/cultura-2/orwell-extrail-numero-centosessantatre/ Mi alzo alle cinque, troppa paura che non suoni la sveglia. Salto la colazione, fumo la prima sigaretta e prendo il tram. Sono il numero centosessantatrè. Il bar della scuola ha già finito tutti i cornetti.

Continua

Il libro, il tablet , la merenda e la lana caprina (da L’Unità)

L’Unità, 17 settembre 2012 (rubrica La ricreazione non aspetta) Partiamo dall’esperienza. Dove insegno io di soldi ce ne son pochi. No, non per la crisi, ce ne sono pochi da sempre, manco l’abbiamo vista arrivare la crisi, tanto poco ha inciso sulla nostra antica povertà. No, senza lacrimuccia, perché c’è tutta l’ironia possibile e la…

Continua

Consigli agli insegnanti (che ricominciano)

dal sito doppiozero, www.doppiozero.it Dieci consigli di un insegnante agli insegnanti che ricominciano: 1.     È una questione complicata, perché obiettivamente i primi momenti di lezione sono tutti da inventare. Ma ricordatevi di non snocciolare agli studenti, pochi secondi dopo aver fatto ingresso in classe, tutto il programma dell’anno, indicando pure la data delle verifiche scritte…

Continua

Cari prof, non date mai meno di 4 agli studenti

Da La Repubblica, 14.8.2012      (grazie a Manuela Ghizzoni) E poi bisogna anche parlare dei voti. Perché se i test non hanno vita felice qui da noi in Italia, e il perché lo ha raccontato per bene Stefano Bartezzaghi domenica, poi però tutti i test, proprio tutti, diventano numeri che danno idoneità, promozioni, accessi…

Continua

Montessori e coltelli

DALLA RIVISTA http://gliasinirivista.org/ Le….PATATEEEeeeeeeeeeeeeeeee……. un’invocazione, un urlo collettivo che invade la classe in fondo al corridoio, poi si sfalda nella disordinata corsa di massa di un’orda, una mandria sfrenata di piccoli bufali aizzati verso la mensa in un terremoto di piedi che battono sul pavimento rimbombando e perdendosi infine nel lungo androne fin dentro il…

Continua