La zattera della Medusa

È possibile nello stesso tempo sentire la desolazione della realtà in cui si è immersi e lo slancio di una speranza ribelle. Nel quadro di Gericault “La zattera della Medusa” è rappresentata la scena d’un naufragio. Sulla zattera stanno corpi riversi, alcune persone tentano, invano, di sorreggerli, due personaggi. in piedi, scrutano alla ricerca d’un…

Continua

Ostacoli

 Gli ostacoli all’apprendimento della matematica possono essere di vari tipi. Due esempi per mettere in luce come possano entrare in gioco anche scelte didattiche pensate come efficaci.  Forte è il dibattito intorno alle tematiche relative alle possibili ragioni che conducono un individuo a fallire con la matematica. Seguendo D’Amore, Fandiño Pinilla, Marazzani, Sbaragli (2008) possiamo…

Continua

I risultati della ricerca OCSE-PISA 2006 in Italia e in Emilia Romagna. Le competenze degli studenti quindicenni.

 In un recente convegno, tenutosi a Bologna il 13 maggio 2008, sono stati presentati i risultati della ricerca OCSE-PISA 2006 in Emilia Romagna ed una panoramica di quelli nazionali. L e relazioni sono accessibili al seguente indirizzo: http://www.istruzioneer.it/page.asp?IDCategoria=430&IDSezione=1772&ID=224021  Nell’edizione 2006 dell’indagine PISA L’Emilia Romagna ha partecipato per la prima volta con un proprio campione rappresentativo…

Continua

Leggere racconti

 Il racconto,  se la vostra predilezione va a questo tipo di composizione letteraria, avete a disposizione varie e diverse ragioni per confermare la vostra preferenza.  “… La mia anima è piena di pigrizia e del sentimento della libertà. È il sangue che ribolle all’avvicinarsi della primavera. E tuttavia sono al lavoro. Preparo il materiale per…

Continua

Lavoro e società italiana nel documentario In fabbrica.

Un documentario che può essere proposto agli studenti e diventare occasione per diverse percorsi didattici che s’intrecciano: documento per affrontare la storia sociale dell’Italia negli ultimi decenni; occasione per un’analisi di un testo filmico e base per attività che coinvolgano direttamente gli studenti. Il documentario In fabbrica di Cristina Comencini, presentato al 25° Torino Film…

Continua

SCRIVERE, CANTARE, INSEGNARE. Intervista a Roberto Vecchioni

“Con sollievo, con umiliazione, con terrore, comprese che era anche lui una parvenza, che un altro stava sognandolo” (J.L.Borges) “e invece tu grida forte, la vita contro la morte” (R. Vecchioni)      Fine lezione. Mi butto e decido di osare, che sarà mai, al massimo declina. Invece accetta. Mi dà un appuntamento per la…

Continua

Uniformi? Dalla scuola degli scoiattoli n 5

Incasinato. Il professore lo ha proposto ai ragazzi come sinonimo dell’aggettivo “disordinato”, in una ipotetica descrizione della camera da letto. Non sono sicura che si tratti di un italiano corretto; mi chiedo se questi termini tra il colloquiale e il gergale, contro l’uso dei quali per generazioni si sono accanite maestre e insegnanti di ogni…

Continua

Solitudini e non

“CARO MICHELE, si è fatto un gran parlare, in questi giorni, dell’ultimo libro di Daniel Pennac, Diario di scuola. A quel che si dice, una ‹‹riabilitazione dei somari››. Lo stesso Pennac parla, in un’intervista, della ‹‹solitudine dello studente che non capisce ››. Io amo Pennac, la sua prosa, i suoi personaggi stralunati ma così vivi…

Continua

I naufragi di un’eterna Commedia

Un’opera letteraria parla una lingua sempre uguale e diversa nel tempo: in questo risiede parte della sua grandezza. Quando poi si tratta della Divina Commedia, la sorpresa di fronte alle straordinarie possibilità comunicative di un testo sempre attuale è potenziata dalla ricchezza semantica che ogni verso rivela. Inferno I, vv. 22 ss.”E come quei che…

Continua

Erasmo a Mulhouse

Il racconto di una delusione, la critica alle approssimazioni di un sistema chiuso, ma anche la ricchezza dell’esperienza personale: lo studio all’estero visto da una prospettiva inconsueta. Che dire di Erasmus? Non saprei proprio tirare le somme, sono rimasta un po’ delusa dall’esperienza, almeno per il momento. Mulhouse, dove vivo, è una città davvero carina…

Continua

Corsi di recupero un’impraticabilità annunciata

“Il caos dei corsi di recupero 7 ragazzi su 10 con ‹‹debiti››”, questo il titolo di un articolo comparso sul quotidiano la Repubblica il 6 marzo 2008. Nel testo si precisa che “Dopo gli scrutini, presidi e insegnanti hanno fatto i conti con i “nuovi debiti” scolastici: le insufficienze nella pagella del primo quadrimestre di…

Continua

Non capisco quelle bandiere… (dalla scuola degli scoiattoli – 4)

Cronache stupite: perché a volte “non capire” può essere il modo migliore per insegnare, e per apprendere (prof, ma dov’è mai finita l’Europa?) Attenzione e concentrazione sono ingredienti fondamentali per continuare a stupirsi; una condotta distratta può facilmente far scivolare nella routine anche le stravaganti normalità di un paese straniero. Prendiamo la mia scuola; mi…

Continua

IMPERATIVI

Doveri , consumi, conflitti: Maura continua il suo periglioso viaggio nell’italiano per stranieri (migra-NTI?), e ci mostra che il verbo “insegnare” mal sopporta l’imperativo… Leggete!  si comincia (tra i ricordi) Se hai dimenticato i pennarelli e vedi che il collega dell’ora precedente ti ha lasciato i propri alla lavagna, aspetta a rendere grazie al suo…

Continua

Filosofia “usabile”

http://www.rescogitans.it/ Si può trattare di filosofia in modo serio e rigoroso, senza appartarsi nel proprio cortile specialistico? Questo sito è la dimostrazione che è possibile. La convinzione che la filosofia sia “usabile” viene chiarita nella presentazione: “Questo sito, nella sua nuova versione, è dedicato a Marco Mondadori che lo aveva ideato vent’anni fa come progetto…

Continua