La Ssis che vorrei

Premessa  La prova d’ingresso SSIS non dovrebbe essere prevalentemente basata su test a crocette a carattere contenutistico (forma di verifica sconsigliata nella realtà scolastica praticamente da tutti i docenti) sull’intero scibile umano, bensì incentrarsi su test e colloqui che valutino la predisposizione all’insegnamento dei candidati.

Continua

Una nebula chiamata recupero

Mi è capitato di leggere un libro sui recenti provvedimenti del governo per la scuola, nato, evidentemente, per “cavalcare l’onda”: la banalità del gioco di parole rende, lo spero, la mediocrità del contenuto; le osservazioni esposte sono quelle che sono circolate e ricircolate in questi ultimi mesi su tutti i media a disposizione. Quello che…

Continua

Scatto di reni

Una riflessione sulla moralità della scuola e sull’immoralità di questo governo.  Scatto di reni. Mi alzo dalla cattedra. Di fronte, la classe attende con gli occhi pesanti. Un’aula grande come un teatro. Azione. “Leggiamo Dante perché…” la voce prosegue da sola raucamente. Ecco – penso – se in questo momento entrasse Maria Stella e vedesse…

Continua

Briciole, carotine e buchi neri: tre note sulla scuola

Non credo che un’idea di scuola si difenda costruendo barricate sull’esistente, neppure se una di queste è un referendum contro la legge appena approvata. È una difesa fragilissima destinata a sfaldarsi, senza quasi bisogno di attacchi. Sì, è un’idea per la quale bisogna lottare, perché nella normativa che si è riversata come grandine sulla scuola,…

Continua

Scolarizzazione dei figli dei nostri emigrati in Germania.

Questo testo riporta parzialmente un articolo pubblicato sul sito della Fondazione Migrantes, costituita dalla Conferenza Episcopale Italiana. Confrontarsi con la situazione che si determina in Germania quando gli scolari stranieri siamo noi,non può che sollecitare qualche opportuna riflessione.  La formazione scolastica dei figli dei nostri emigrati in Germania è sempre stata giudicata carente. Ma le…

Continua

Comunicato contro le classi ponte

La mozione presentata da un partito della maggioranza in cui si chiede, in nome dell’integrazione, l’introduzione nella scuola italiana di classi “differenziali” di triste memoria per soli allievi stranieri è gravissima per la modalità (nessuna riflessione con esperti, con docenti, con Centri interculturali ed associazioni che da quasi 20 anni lavorano nelle scuole) e nella…

Continua

QUEL GESTO POLITICO DI TOGLIERMI LA TOGA

Questo è un intervento di Mariagrazia Contini, docente di Pedagogia generale e sociale nella facoltà di Scienze della formazione di Bologna,  che si può leggere su la Repubblica – Bologna del 12/11/2008.  Primo episodio. Nelle settimane scorse, il Consiglio di facoltà di Scienze della formazione (docenti, ricercatori, studenti insieme) ha deciso di esprimere la propria…

Continua

RIFUGIO ESTIVO

Maura ritorna per raccontarci la sua esperienza: da luglio insegna italiano ai richiedenti asilo nelle residenze di Zola Predosa e Quarto Inferiore. Luoghi di sosta, ma anche del perenne essere erranti. E’ agosto, dal cielo nessuna lusinga. Una cupola di celeste caliginoso lascia che lo sguardo vi si inerpichi, ma non cede alcun esito alla…

Continua

Un nuovo anno di sogliole – 2008-

10/09/08 Si ricomincia, si ricomincia!! Riunioni in un’aria arroventata, cappa di umidità, lavori stradali. I ragazzi perduti vanno a controllare e scoprono che mi è stata data la loro quarta per italiano, cominciano ad arrivare sms firmati “soglioletta felice” o “la sua lisca”..mentre nuoto al largo penso ai problemi di integrazione che ci saranno con…

Continua

A proposito di “Diluvio”

Abbiamo ricevuto questa lettera che ci esorta a non far calare il silenzio sulla scuola. Allora, infine, è successo: il decreto Gelmini è legge. In qualche punto del sito della Fondazione Gramsci ho trovato questo pensiero di Dewey: La devozione della democrazia all’educazione è un fatto ben noto”. Stiamo vedendo ogni giorno l’ indebolimento del significato della…

Continua

IL PATTO FORMATIVO – PROVE DI ALLEANZA TRA SCUOLA E FAMIGLIA

Alcune considerazioni di Horst Wiedemann sull’esperienza, in fase di svolgimento, all’Istituto Fioravanti di Bologna.  Concretizzatasi nell’ambito del progetto “Sei Più” , Svolta in collaborazione con la Fondazione del Monte ( che eroga il Finanziamento ), Il C.I.O.F.S. ed il CDLei. Horst Wiedemann, collabora come formatore e consulente interculturale con il CD/LEI (Centro di documentazione per…

Continua

Grattare le gomme su pezzi di carta vetrata

La passione per la geografia maturata alle elementari, poi soffocata negli anni successivi. La riscoperta di “un significato credibile” della disciplina. Una passione ritrovata che spinge a proporla come progetto di tirocinio.     L’incontro e lo scontro con la geografia La geografia che mi è stata insegnata alle elementari era ben altro, per questo ho…

Continua

IL GIOCO DELLA CORRENTE

“Il presidente del Camerun aveva perso la moglie, improvvisamente.  Era molto triste e il suo popolo con lui. Durante una celebrazione  nazionale conobbe lei, così giovane e bella e fu un colpo di fulmine.  Doveva averla, ma era già promessa a un altro. Non arretrò rispetto alle buone usanze e decise di chiederne la  mano…

Continua