Il padre selvaggio

“o forse farò anche un ultimo film che avevo pensato prima del ‘Vangelo’; un film ambientato in Africa. Si chiama ‘Il padre selvaggio’ ed è la storia di un giovane poeta negro.” Così raccontava Pasolini a Carla Marzi, in un’intervista del 1964 conservata negli archivi Rai (http://www.teche.rai.it/multiteca/docs/0001/coptxt12.html). Il film non fu mai realizzato; e la…

Continua

Basta! Silenzio! Comincia la lezione

Ferdydurke è un’allegoria dell’immaturità e dell’infantilismo che caratterizzano il mondo moderno. Quale luogo è il più appropriato per perseguire questo obiettivo? La scuola naturalmente! La descrizione dell’autore è di una tale feroce comicità che fa sì ridere, ma con un fondo di ripulsa, per chi nella scuola lavora e, in qualche modo, si sente messo…

Continua

Dio fa il professore

Entomologo, conduttore televisivo, scrittore di prosa e di teatro, poeta, amico dei gatti, professore: Giorgio Celli ama i “compossibili” e in ogni campo in cui si è prodotto ha ottenuto grandi risultati. Il racconto che segue è tratto da una piccola raccolta di “testi inattuali” in cui a minimi eventi corrispondono riflessioni di estrema profondità.…

Continua

La storia in pescheria

Una storia semplice, una “tranche de vie” narrata con partecipazione e sobrietà. Il senso ultimo del rapporto tra un maestro e una sua allieva: l’uno e l’altra, forse, a lungo inconsapevoli di esserlo, eppure spinti da “piccola passione e grande caso” a costruire una storia comune. Emma Baeri, storica dell’età moderna, è impegnata da lungo…

Continua

La casa dei bambini

Il 6 gennaio del 1907 fu aperta, in Via dei Marsi 58, nel quartiere di San Lorenzo a Roma, la prima “Casa dei bambini”. Il “discorso inaugurale”, di cui si riporta un brano, fu tenuto il 7 aprile dello stesso anno, per l’inaugurazione della seconda “casa”. Cento anni ci separano da quegli avvenimenti e, forse,…

Continua

Le prime tristezze

Marino Moretti è conosciuto come poeta crepuscolare, ma fu anche scrittore di romanzi e studioso. La sua bella casa affacciata sul canale di Cesenatico è ancora oggi un centro studi notevole e vale la pena di una visita per la sua atmosfera come sospesa, stillante inchiostro, poesia, tempo che fu. Quanto lontana dalla mentalità moderna…

Continua

La responsabilità degli educatori

Il valore dell’educazione e la crisi dell’istruzione nella società moderna: sono i temi di riflessione proposti, in questo brano, a tutti coloro che considerano la formazione delle nuove generazioni come una responsabilità fondamentale.

Continua

Due temi di Fritz Kocher

Le prose brevi di Robert Walser: di una tale leggera semplicità, da rendere difficile qualsiasi commento. Le note biografiche non sono di grande aiuto: la nascita in Svizzera nel 1878, i soggiorni berlinesi, e dagli anni trenta i lunghi ricoveri nelle cliniche psichiatriche, fino alla morte, nel corso di una passeggiata in montagna, nel 1956:…

Continua

La supplente di filosofia

Nella Napoli degli anni cinquanta, “metropoli cupa e melmosa” del romanzo di Ermanno Rea, che con esattezza appassionata compie una investigazione sui mali della città, tra personaggi noti del mondo culturale e politico di allora non esce più dal cuore di chi legge la figura di Francesca Nobili, giornalista dell’Unità, compagna di Renzo Lapiccirella, amica…

Continua

Il sapore delle parole

L’autrice in questo brano rivive le impressioni che lei stessa, scolara in terza elementare, provava di fronte alle parole che affluivano dalla voce della maestra e dai testi scolastici.Nel leggerlo, provate ad operare un rovesciamento dello sguardo: ad essere non più adulti che ascoltano le proprie parole, ma bambini che, perché no, proprio in un’aula…

Continua

La scuola di un poeta

Scrivere un poema, servendosi di un mezzo diverse dalle parole: questo era, secondo Rabindranath Tagore, il senso della scuola di Santiniketan, da lui creata nel 1901 – un luogo nel quale sperimentare un metodo educativo fondato sul rispetto dell’individuo e della sua sensibilità (la scuola, insieme all’università consorella Visvabharati, oggi è gestita dal governo indiano…

Continua

Addomesticamenti

Succede che nell’aprile 1943 – in piena seconda guerra mondiale – uno scrittore aviatore pubblichi una fiaba su un bambino speciale, un piccolo principe; succede che nel maggio 1943 un regista americano in un momento di crisi legga il libretto, se ne appassioni e muova soldi e persone (perfino Walt Disney!) per ricavarne un film.…

Continua

Voglio far la maestra

Zazie è una ragazzina che, dalla provincia francese, approda a Parigi, affidata ad uno zio da una madre poco raccomandabile. Ha un solo grande desiderio: fare un viaggio sulla metropolitana che risulterà, però, impossibile a causa di uno sciopero. Date le premesse, è quasi inevitabile il suo perdersi nella grande città. Non è, però, simile…

Continua

Il libro infinito

Giorgio Manganelli, scrittore e critico, indimenticato autore delle “Interviste impossibili”, compagno per un tratto di vita della poetessa Alda Merini, in “Pinocchio: un libro parallelo” prende a pre-testo il famoso burattino per esporre una strabiliante teoria della lettura e della scrittura che ha già in sé il Calvino delle lezioni americane e le ultime sperimentazioni…

Continua

Il diritto all’istruzione

Può esserci bellezza, o emozione, in una norma giuridica? Ciascuno proverà a dare la propria risposta leggendo la pagina che segue, che propone un piccolo assaggio di grandi culture giuridiche. Dei contenuti, o magari delle differenze e dei tanti punti comuni tra i diversi testi, si potrà ragionare in altro momento. L’invito a leggere –…

Continua