ALTRI NATALI

Non poteva mancare la voce dello  scrittore –maestro, che al ritorno dalla vacanze si rivela per mestiere indagatore delle abitudini familiari. Il terribile compito “come hai passato le vacanze di Natale” in qualsiasi grado di scuola lo abbiamo eseguito e lo abbiamo corretto un po’ tutti. Regalpetra mondo lontano dagli scintillii natalizi emiliani? A pensare…

LA FAVOLA DI NATALE

Una favola nata  nel campo di concentramento di Sandbostel, nel Natale del 1944: Giovanni Guareschi, che vi era internato per non aver voluto aderire alla Repubblica Sociale, la scrisse per i compagni prigionieri, l’amico Coppola la musicò con la fisarmonica e se ne ricavò una semplice rappresentazione teatrale. Pubblicata l’anno dopo per gli Editori Riuniti,…

Il padre selvaggio

“o forse farò anche un ultimo film che avevo pensato prima del ‘Vangelo’; un film ambientato in Africa. Si chiama ‘Il padre selvaggio’ ed è la storia di un giovane poeta negro.” Così raccontava Pasolini a Carla Marzi, in un’intervista del 1964 conservata negli archivi Rai (http://www.teche.rai.it/multiteca/docs/0001/coptxt12.html). Il film non fu mai realizzato; e la…

Autobus

Non credo ci sia un’occasione più fruibile dell’autobus per imparare ad osservare. Succede sempre qualcosa su cui vale la pena riflettere. La stessa ripetitività dei gesti, la ricorrenza delle situazioni, la multiforme “medietà” dei passeggeri sono teatro vivente di una città che si incontra nel più locale dei non luoghi, per dirla con Marc Augé.

Preconcetti

Un senso di delusione indefinito coglie sovente gli insegnanti nei confronti di uno studioso, di cui pure si riconosce il valore, chiamato a parlare della scuola senza che abbia conoscenze od esperienze approfondite di tale realtà. Lo studioso ritiene di poter parlare della scuola, e precisamente sul suo dover essere, senza che per farlo siano…