Il postcontemporaneo

http://www.postcontemporanea.it/index.asp Si entra… e subito si pensa: “Ma dove sono capitata!”   Vi colpiscono una serie di immagini con relativi titoli, che non posso fare a meno di elencare: uno juke- box all’ossigeno (solo la scritta permette di capire cosa sia l’aggeggio che emana bollicine), un uomo che fuma il narghilè per teorie e trascendente, un…

Erasmo a Mulhouse

Il racconto di una delusione, la critica alle approssimazioni di un sistema chiuso, ma anche la ricchezza dell’esperienza personale: lo studio all’estero visto da una prospettiva inconsueta. Che dire di Erasmus? Non saprei proprio tirare le somme, sono rimasta un po’ delusa dall’esperienza, almeno per il momento. Mulhouse, dove vivo, è una città davvero carina…

Non capisco quelle bandiere… (dalla scuola degli scoiattoli – 4)

Cronache stupite: perché a volte “non capire” può essere il modo migliore per insegnare, e per apprendere (prof, ma dov’è mai finita l’Europa?) Attenzione e concentrazione sono ingredienti fondamentali per continuare a stupirsi; una condotta distratta può facilmente far scivolare nella routine anche le stravaganti normalità di un paese straniero. Prendiamo la mia scuola; mi…

IMPERATIVI

Doveri , consumi, conflitti: Maura continua il suo periglioso viaggio nell’italiano per stranieri (migra-NTI?), e ci mostra che il verbo “insegnare” mal sopporta l’imperativo… Leggete!  si comincia (tra i ricordi) Se hai dimenticato i pennarelli e vedi che il collega dell’ora precedente ti ha lasciato i propri alla lavagna, aspetta a rendere grazie al suo…

Culture della migrazione

http://www.comune.fe.it/vocidalsilenzio L’impegno è quello di dare voce, attraverso la scrittura e la letteratura, a chi non ha parola perché costretto all’anonimato.  “Le parole della letteratura, i nostri sguardi, rispecchiati in quelli degli altri, favoriscono il dialogo fra le persone e le culture. Particolarmente importante oggi, quando le parole come “sicurezza” e “stabilità” nascondono chiusure razziste…

Filosofia “usabile”

http://www.rescogitans.it/ Si può trattare di filosofia in modo serio e rigoroso, senza appartarsi nel proprio cortile specialistico? Questo sito è la dimostrazione che è possibile. La convinzione che la filosofia sia “usabile” viene chiarita nella presentazione: “Questo sito, nella sua nuova versione, è dedicato a Marco Mondadori che lo aveva ideato vent’anni fa come progetto…

Fritz il ghiottone

Che bravo era Fritz: generoso, studiare per lui era un gioco; purtroppo era molto goloso, tanto, troppo, mica poco! Predare fragole e lamponi lui l’aveva come principio e saliva per due torroni, sul tetto del municipio. […] Prendere un ciliegio o un susino gli pareva fosse permesso: alla sua gola, poverino!, era proprio sottomesso.