Spunti per una discussione sull’insegnamento letterario nei trienni della secondaria

Intervento presentato nell’ambito del Direttivo dell’associazione degli italianisti, sezione didattica, tenuto a Bologna nel novembre 2008. Un interrogarsi sul senso della letteratura e sulla formazione letteraria nelle scuole superiori. 1. Vorrei cominciare da una considerazione banale: per quanto riguarda la formazione letteraria, la scuola e l’università, come in un tiro incrociato, si accusano reciprocamente di…

Blog italiani

Da qualche tempo, alla sera, mi capita di leggere gli ultimi aggiornamenti di qualche blog, e dare un’occhiata alla versione on line di un paio di giornali. È un rito; qualcosa di simile al vecchio rito laico della lettura del quotidiano. Può accadere allora che la visita serale alla rete sostituisca del tutto la lettura…

Gli allievi, oggi

Intervento presentato nell’ambito del Direttivo dell’associazione degli italianisti, sezione didattica, tenuto a Bologna nel novembre 2008. Una riflessione sul disagio giovanile colto come frutto di una vera e propria “implosione culturale”. Il malessere giovanile è, per ogni docente, una esperienza quotidiana. Non è necessario consultare i quotidiani o Internet per conoscere una condizione di disagio…

La scuola di Tremonti targata Gelmini

Questo intervento è stato presentato nell’ambito del Direttivo dell’associazione degli italianisti, sezione didattica, tenuto a Bologna nel novembre 2008. È un’analisi approfondita delle presunte “innovazioni” sulla scuola introdotte dall’attuale governo. Che le presunte innovazioni in materia scolastica siano attribuibili prevalentemente al ministro dell’economia e trovino quindi un senso solo in relazione ad esigenze di contenimento…

Lo stato dell’arte nell’inserimento degli alunni stranieri

Se prendiamo in considerazione l’attuale realtà scolastica sotto 3 aspetti quello sovrastrutturale dei pronunciamenti, degli orientamenti, degli obiettivi dichiarati e proclamati ; quello strutturale delle risorse economiche e organizzative, in termini materiali ma anche professionali e    progettuali; quello quantitativo e qualitativo delle caratteristiche dei fruitori e delle loro famiglie.

LA PEDAGOGIA E L’ATTIVITÀ DI INSEGNATE IN SIMONE WEIL

Le idee di Simone Weil sull’educazione e la sua esperienza d’insegnante  possono offrire spunti interessanti di riflessione. Per questo proponiamo alcune parti di un intervento di Maria Rosa Pantè sull’argomento I sentimenti affettuosi esistono per aiutare a vivere, non per far soffrire Simone Weil dedicò sempre la più grande attenzione ai suoi allievi come persone,…