Zygmunt Bauman, la speranza di una “pedagogia critica”

Rivendicare la necessità di un’educazione e di educatori, che, per il fiorire reciproco della libertà e della democrazia, sappiano sfidare i modelli  sociali correnti, può apparire, come minimo, irrealistico. È una questione antica: si dice, infatti, che la scuola non può che rispecchiare la società, e, quindi, non può promuovere un cambiamento che si definisce…

Due indagini sul copiare in classe (1)

Su un tema scottante sul quale già Rita Chiappini aveva relazionato, ecco ora, a seguito di un convegno sul tema, tenuto ad Urbino, l’abstract dell’intervento del prof. Marcello Dei. Lo presentiamo diviso in due parti per questioni di spazio delle tabelle. ___________________________________________ Il progetto di ricerca della Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino “Copiare in…

L’autorità perduta

Questi adulti impotenti “A scuola, alle medie come alle superiori, il professore o l’educatore non sembrano più rappresentare un simbolo sufficientemente forte per i giovani: la relazione con l’adulto è infatti percepita ormai come simmetrica. Nel senso che non esistono più una differenza, un’asimmetria, in grado di instaurare automaticamente un’autorità e di costituire al tempo…