lunedì 21 maggio 2018

Summer School in Global Studies and Critical Theory 2018

La Fondazione Gramsci Emilia-Romagna in collaborazione con l’Academy of Global Humanities and Critical Theory promuove cinque appuntamenti, 2 Lecture, 2 Critical dialogues e un concerto, all’interno della Summer school in Global Studies and Critical Theory, un programma estivo promosso dalla Duke University, dal Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna e dall’University of Virginia e che si terrà dal 25 giugno al 6 luglio 2018.

 

 

Il tema dell’edizione 2018 è “The Human in Question”  ed esplorerà le teorie della razza, della violenza, del nuovo materialismo, della tecnologia e dell’ambiente in cui si pongono le domande su cosa significhi essere umani nel nostro tempo.      

Non solo stiamo assistendo a un incredibile aumento degli apolidi e degli sfollati in tutto il mondo (65 milioni secondo alcune stime correnti) ma anche all’assoluta inadeguatezza del linguaggio dei diritti umani nell’affrontare questa crisi. Ci troviamo anche sulla soglia di una trasformazione nel significato stesso del termine “umano”, in quanto subisce una crescente pressione dal cambiamento climatico antropogenico e dall’accelerata trasformazione biotecnologica della vita. Concepire l’umano come un agente geologico che ha irrevocabilmente trasformato il nostro pianeta, o come un essere intelligente co-esteso con macchine computazionali avanzate, è mettere in discussione le basi moderne del nostro pensiero e della nostra pratica critica mentre migranti e movimenti radicali come Black Lives Matter o Ni una menos difendono la loro affermazione come “umani”.

Per il quinto anno consecutivo, corsi, incontri pubblici e dibattiti forniranno a 40 partecipanti selezionati e alla cittadinanza gli strumenti critici necessari a comprendere le dinamiche attuali sia da un punto di vista storico sia da un punto di vista teorico e attraverso l’analisi di paradigmatici case study.

 

Nella convinzione che queste questioni non possano restare chiuse nei confini del dibattito accademico, gli incontri che si terranno presso il Cortile dell’Archiginnasio sono pensati come un’occasione per estendere la discussione alla città e alle sue istituzioni culturali.

 

 

Per il primo anno si inserisce nel cartellone anche un grande concerto gratuito in Piazza Verdi all’interno del cartellone di Bologna Estate 2018 che vede come protagonisti Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura, martedì 3 luglio alle ore 21.00. Un dialogo in musica nel segno degli strumenti ad aria e di un lirismo dagli aromi mediterranei, Paolo Fresu (tromba, flicorno, effetti) e Daniele di Bonaventura (bandoneon) si ritrovano in questo concerto nella dimensione più ristretta del duo. Un concerto di grande effetto che vive di intimismo e di piccole cose che raccontano i grandi colori dell’universo musicale contemporaneo.

 

Calendario:

 

Lecture – Lunedì 25 giugno 2018 – h.19.30
Paul Gilroy Antiracism and Planetary Humanism

 

Critical dialogue – Mercoledì 27 giugno 2018  – h.20.30
Ian Baucom, Paul Gilroy, Achille Mbembe, Sandro Mezzadra
On Race and Racism

 

Concerto – Martedì 3 luglio 2018 – h.21.00
Paolo Fresu & Daniele di Bonaventura Concert

 

Critical dialogue – Mercoledì 4 luglio 2018 – h.20.30
Veronica GAGO, Paola Rudan, Rita Segato
A Dialogue on Ni una menos

 

Lecture – Venerdì 6 luglio 2018 – h.19.30
Amitav Ghosh
Can Non-Humans Speak? Other Beings in Myth, Literature and Ethnography

 

Gli incontri si sono tenuti in lingua inglese

 

Maggiori informazioni sono disponibili nel sito: http://aghct.org/summer-school



Finora nessun commento a “ Summer School in Global Studies and Critical Theory 2018 ”

E-Mail (non sarà pubblicata) *

Sito web




Inserendo un commento automaticamente garantisci una licenza perpetua a Fondazione Gramsci Emilia Romagna | Bologna per riprodurre le tue parole il nome ed il sito web relativi. Commenti inappropriati verranno rimossi a discrezione degli amministratori.

I campi con asterisco (*) sono obbligatori