sabato 27 maggio 2017

Attraverso i passaggi. Storia degli italiani nella prima metà del ‘900 tra mutamenti e resistenze

Giovedì 11 maggio 2017 - ore 17.30 Sala Convegni Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale (g.c.) Via Mentana, 2/a - Bologna

A partire da Passaggi. Italiani dal fascismo alla Repubblica di Mariuccia Salvati (Carocci, 2016) una riflessione sulla storia degli italiani durante il fascismo, la guerra, il crollo del regime, la Resistenza e l’avvento della Repubblica. Una storia d’Italia analizzata attraverso alcuni passaggi collettivi e individuali.

.

Intervengono

Paolo Capuzzo, Università di Bologna    
Pietro Costa, Università di Firenze
Mariuccia Salvati, Università di Bologna    
.
.

L’invito

.

.

Una storia degli italiani alle prese con la guerra, la caduta del fascismo e la divisione del paese, tra gli anni Trenta e Quaranta del Novecento. Il libro si concentra in particolare sui mutamenti del linguaggio pubblico (letterario, giornalistico, politico), che rivelano le difficoltà del passaggio da un uso massiccio della propaganda da parte degli intellettuali del ventennio – emblematico il caso di Longanesi – al ritorno alla realtà del 1944-46. La nascita della Repubblica, pur con le sue difficoltà a riportare giustizia in un territorio diviso da una guerra civile, segna il recupero di un linguaggio di verità, concretezza, realismo (morte, fame, suicidi), che si manifesta anche sui rinati quotidiani di informazione, attraverso la penna di grandi scrittori: Alvaro, Savinio, Bontempelli, De Ruggiero, Moravia, Brancati. È la guerra il grande motore del cambiamento di tutto il paese: per coloro che l’hanno subita e, soprattutto, per coloro che l’hanno “scelta” come passaggio necessario per il costituirsi di una nuova classe politica, democratica e antifascista.

 



Finora nessun commento a “ Attraverso i passaggi. Storia degli italiani nella prima metà del ‘900 tra mutamenti e resistenze ”

E-Mail (non sarà pubblicata) *

Sito web




Inserendo un commento automaticamente garantisci una licenza perpetua a Fondazione Gramsci Emilia Romagna | Bologna per riprodurre le tue parole il nome ed il sito web relativi. Commenti inappropriati verranno rimossi a discrezione degli amministratori.

I campi con asterisco (*) sono obbligatori