Due indagini sul copiare in classe (1)

Su un tema scottante sul quale già Rita Chiappini aveva relazionato, ecco ora, a seguito di un convegno sul tema, tenuto ad Urbino, l’abstract dell’intervento del prof. Marcello Dei. Lo presentiamo diviso in due parti per questioni di spazio delle tabelle. ___________________________________________ Il progetto di ricerca della Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino “Copiare in…

L’autorità perduta

Questi adulti impotenti “A scuola, alle medie come alle superiori, il professore o l’educatore non sembrano più rappresentare un simbolo sufficientemente forte per i giovani: la relazione con l’adulto è infatti percepita ormai come simmetrica. Nel senso che non esistono più una differenza, un’asimmetria, in grado di instaurare automaticamente un’autorità e di costituire al tempo…

Spunti per una discussione sull’insegnamento letterario nei trienni della secondaria

Intervento presentato nell’ambito del Direttivo dell’associazione degli italianisti, sezione didattica, tenuto a Bologna nel novembre 2008. Un interrogarsi sul senso della letteratura e sulla formazione letteraria nelle scuole superiori. 1. Vorrei cominciare da una considerazione banale: per quanto riguarda la formazione letteraria, la scuola e l’università, come in un tiro incrociato, si accusano reciprocamente di…

Gli allievi, oggi

Intervento presentato nell’ambito del Direttivo dell’associazione degli italianisti, sezione didattica, tenuto a Bologna nel novembre 2008. Una riflessione sul disagio giovanile colto come frutto di una vera e propria “implosione culturale”. Il malessere giovanile è, per ogni docente, una esperienza quotidiana. Non è necessario consultare i quotidiani o Internet per conoscere una condizione di disagio…

La scuola di Tremonti targata Gelmini

Questo intervento è stato presentato nell’ambito del Direttivo dell’associazione degli italianisti, sezione didattica, tenuto a Bologna nel novembre 2008. È un’analisi approfondita delle presunte “innovazioni” sulla scuola introdotte dall’attuale governo. Che le presunte innovazioni in materia scolastica siano attribuibili prevalentemente al ministro dell’economia e trovino quindi un senso solo in relazione ad esigenze di contenimento…