L’inno e i prodigi del serpente che si morde la coda

Consola la mobilitazione multicolore in difesa dell’inno nazionale e la sua tempestiva distribuzione alle scuole, consolano il tempo e lo spazio ad entrambi dedicati: ne avremo gran giovamento noi professori meridionali (da aosta a trapani). Forse allevierà la depressione – socialmente fastidiosa – che ci assale quando insieme ai nostri studenti ragioniamo sulla conoscenza con l’ausilio di tavolette…