Erasmo a Mulhouse

Il racconto di una delusione, la critica alle approssimazioni di un sistema chiuso, ma anche la ricchezza dell’esperienza personale: lo studio all’estero visto da una prospettiva inconsueta. Che dire di Erasmus? Non saprei proprio tirare le somme, sono rimasta un po’ delusa dall’esperienza, almeno per il momento. Mulhouse, dove vivo, è una città davvero carina…

Non capisco quelle bandiere… (dalla scuola degli scoiattoli – 4)

Cronache stupite: perché a volte “non capire” può essere il modo migliore per insegnare, e per apprendere (prof, ma dov’è mai finita l’Europa?) Attenzione e concentrazione sono ingredienti fondamentali per continuare a stupirsi; una condotta distratta può facilmente far scivolare nella routine anche le stravaganti normalità di un paese straniero. Prendiamo la mia scuola; mi…

IMPERATIVI

Doveri , consumi, conflitti: Maura continua il suo periglioso viaggio nell’italiano per stranieri (migra-NTI?), e ci mostra che il verbo “insegnare” mal sopporta l’imperativo… Leggete!  si comincia (tra i ricordi) Se hai dimenticato i pennarelli e vedi che il collega dell’ora precedente ti ha lasciato i propri alla lavagna, aspetta a rendere grazie al suo…