Qualcuno

La rivoluzione dei linguaggi; il peso soverchiante della televisione, dei videogiochi, di tutto ciò che è immagine. I mutamenti nel modo di apprendere. La difficoltà di astrazione; la soglia sempre più bassa di attenzione, l’assenza di concentrazione. La sovrabbondanza di informazioni, l’impossibilità di selezionarle con discernimento. La scomparsa del silenzio. E poi anche: l’esaurirsi della…